Nella puntata precedente abbiamo visto come sia estremamente difficile scegliere una casa (o altri immobili) in autonomia, senza essere preparati ad affrontare criticità strutturali e burocratiche apparentemente invisibili. Ma la cosa non finisce qui. Continua a leggere.

Un enorme foglio bianco da riempire

Supponiamo che hai acquistato la casa che volevi. Ora sei di fronte a un gigantesco spazio vuoto da riempire. Da dove cominciare? Se sei da solo ad affrontare questa domanda, la risposta potrebbe perdersi nell’eco delle tue stanze vuote. Ad esempio dovresti pensare alle condizioni giuste per installare gli impianti elettrici e del gas, o gli allacci del bagno. Ci sono spazi che vanno calcolati al millimetro per non ritrovarsi con porte che non si chiudono. Specchi impossibili da montare per scelte poco appropriate. Pavimenti che scuriscono troppo gli ambienti. Un piano cottura che non resiste al calore di una pentola. Frustrante, ma vero.

Questa casa è un Carnevale

Arriva il fatidico momento di arredare casa da zero, o di rinnovare l’arredo. Ora, là fuori hai mille possibilità per farlo: offerte speciali online, sistemi d’arredo standardizzati, complementi fai-da-te. Sono tutte soluzioni che gratificano il tuo orgoglio creativo. Positivo, non trovi? Peccato che, dopo aver arredato casa, fermandoti ad osservare tutto in una visione d’insieme, ti accorgi di alcune cose che non vanno. Nell’entusiasmo di arredare, potresti aver messo insieme troppi colori, alcuni dei quali non proprio compatibili. Alcuni spazi potrebbero risultare troppo affollati, altri un po’ vuoti. O che gli ambienti hanno stili troppo distanti tra loro creando un effetto di confusione.

Il sapore salato della bolletta

Inutile lamentarsi di bollette alle stelle, quando ormai il danno è fatto. Senza una progettazione ragionata e soluzioni a risparmio energetico, i costi di riscaldamento o raffrescamento saranno elevati. E a pagarne le spese non sarà solo il tuo portafogli, ma anche il tuo comfort abitativo: d’inverno spifferi siberiani, d’estate stanze che si arroventano come una fornace. Per non parlare del fatto che a pagarne le conseguenze è anche l’ambiente.

Verso una casa da sogno

In conclusione, gli aspetti tecnici, estetici e funzionali da considerare prima di scegliere una casa (un’azienda, un terreno o altri immobili) sono davvero tanti. E senza competenze tecniche adeguate, c’è il rischio di effettuare valutazioni affrettate o poco realistiche, che nel lungo termine si traducono in scelte sbagliate. Per questo, ti consigliamo di affidarti alla nostra consulenza professionale. Ma per scoprire tutti i dettagli, ti chiediamo di fare un piccolo sforzo: aspettare l’ultima puntata.
Qui, nel nostro blog.